Visitatori Distinti 2018-06-04T10:31:41+00:00

Visitatori Distinti

Chiesa di S. Alfonso Liguori, Roma.

San Giovanni Paolo II quando ha visitato la Madonna nel suo Santuario

Il 29 giugno 1991, il Papa Giovanni Paolo II ha visitato la nostra chiesa di Sant’Alfonso presso l’Esquilina e ha celebrato l’Eucaristia davanti alla Madonna della Perpetua Assistenza. Oltre alla preghiera nel Santuario, accolta da un gran numero di fedeli, il Santo Padre ha condotto un incontro pastorale veramente familiare con la comunità redentorista che vive in Via Merulana, Roma. L’evento era indimenticabile. Una grande benedizione per tutti noi connessi alla Famiglia Redentorista e devoti della Madonna del Perpetuo Soccorso.
Nella sua omelia, il Papa ha detto: Saluto affettuosamente tutti voi, carissimi Fratelli e Sorelle, che sono partecipi di questa celebrazione liturgica. Vorrei soprattutto ringraziare il Generale dei Redentoristi, il P. Juan M. Lasso de la Vega, i Consiglieri Generali, i Religiosi di questa Comunità e attraverso di te tutte le comunità del vostro Istituto sparse in tutto il mondo. Esprimo il mio sincero apprezzamento per il lavoro che fai, fedele agli insegnamenti di S. Alfonso, cantante delle “Glorie di Maria”. E grazie a Madonna per l’occasione che oggi mi ha dato per incontrarvi sotto la sua benedizione.
Sono trascorsi 125 anni dal 26 aprile 1866, quando il papa Pio IX affidò la tua istituzione alla diffusione dell’adorazione alla Vergine del Perpetuo Soccorso. Da allora, non hai mai smesso di amare l’icona bizantina, proveniente dall’Oriente e diventata un punto di riferimento per i fedeli che vengono a pregare in questo tempio.

Come ho scritto nella mia lettera apostolica Duodecimum saeculum (1987), “il credente di oggi, come ieri, deve essere aiutato nella preghiera e nella vita spirituale con la visione di opere che cercano di esprimere il mistero senza nasconderlo” (Giovanni Paolo II, Duodecimum saeculum, 11) L’icona ricorda il mistero della maternità divina, e mentre invita a fidarsi, esalta il ruolo che la Vergine gioca nella vita di ogni credente. Maria è la madre della speranza e della bontà; madre della misericordia e della grazia. “Se Dio vuole riscattare l’umanità”, afferma S. Alfonso Maria de’Liguori, ispirato a San Bernardo, “ha messo tutto il valore di redenzione in mano di Maria, perché l’ha consegnato alla sua volontà” (Sant’Alfonso M de ‘Liguori, Ascetic Works, Roma 1936, vol. VI, p.109).
In questa icona, Maria ci rilassa di questo valore con l’annuncio gioioso che la Nuova Alleanza è in te pienamente realizzata e per mezzo di essa è offerto a tutti gli uomini. Gesù scuote la mano destra, quasi raccontando i primi frutti della redenzione e testimoniando la straordinaria via di cooperazione della Madre di Dio alla salvezza dell’umanità. Gli occhi della Vergine guardano al popolo e irradiano su di essa il dono della grazia divina (Giovanni Paolo II).
Dico a voi, cari fratelli e sorelle, che stanno partecipando a questo luogo sacro, dichiari di ispirarsi a questa celebrazione per rinnovare la tua devozione alla Beata Vergine di Perpetuo Aiuto, che puoi contemplare qui. Non dimenticare che la Vergine occupa, dopo Cristo, il posto più alto e più vicino a noi “(Lumen Gentium, 56); e “è unito a tutti gli uomini che hanno bisogno della salvezza” (ibid., 53).
Non dimenticate le parole di S. Alfonso Maria de’Liguori, che osserva che “ogni bene, ogni aiuto, ogni grazia che gli uomini hanno ricevuto e ricevuto da Dio in futuro, tutto è venuto e sarà attraverso l’intercessione e per Maria” (Ascetic Works, idem, p. 110).
Alla fine della sua omelia, pregò al Santo Padre: “Grande segno della nostra speranza, vi invitiamo! O Vergine di Assistenza Perpetua, Madre Santa del Redentore; salva la tua gente, che rianimenterà; dona a tutti la gioia di camminare nel terzo millennio nella solidarietà cosciente e attiva con i più poveri, annunciando in modo nuovo e coraggioso il Vangelo di tuo Figlio, la fondazione e il culmine di ogni coesistenza umana, aspirando ad un vero, giusto e vero pace duratura. Come il Gesù Bambino, che noi ammiriamo in questa venerata icona, vogliamo anche stringere la tua destra. Non manca di potere o di bontà per aiutarci in ogni necessità e necessità. La corrente è la tua ora! Vieni allora, nel nostro aiuto, e sarai per ogni speranza e speranza, ‘Amen!’

In corso dei secoli il nostro Santuario visitavano diversi distinti visitatori. Sopprattutto dobbiamo tra loro ennumarare il beato Papa Pio IX, che un anno dopo l’affidamento della Icona della Madonna del Perpetuo Soccorso e’ venuto a venerare personalmenta la famosa Icona.

Nella nostra chiesa hanno pregato beato Charles Eugène de Foucauld, Santa Teresa da Bambino Gesu’, Beata Franciszka Siedliska, Beato vescovo Beato Mykolay Charnetsky CSsR, San Giovani Paolo II e altri.

Pope St. John Paul II

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here

Your Content Goes Here